skip to Main Content

Chi Siamo

Un’azienda agricola che si estende dai Monti Sibillini al Mare Adriatico. Un forno di prodotti genuini, fatti con la saggezza e il rispetto per la Natura di una volta. Direttamente dai campi alla tavola: questa è l’Azienda Agricola Michele.

Ricerchiamo la qualità e la genuinità, in un equilibrio che è anche sintonia con l’ambiente che ci circonda.  Tutto nasce dalla saggezza e naturalezza di un tempo, uniti al rispetto dei ritmi delle stagioni e alla passione che ispira il nostro lavoro.

Un’azienda storica che ha radici lontane, che vuole conservare guardando costantemente al futuro. Rinnovamento nella tradizione, dai metodi di coltivazione fino alla produzione.

Questi sono i principi che ispirano quotidianamente il lavoro di Emanuele e Daniela, insieme ai loro collaboratori. Principi che hanno permesso all’azienda di ottenere la certificazione biologica che ne attesta la qualità della lavorazione, tutta realizzata senza alcun utilizzo di sostanze chimiche o di procedimenti industriali, e il rispetto per la Natura e per l’ambiente.

Le Nostre Radici

Il Monte Sibilla, fin dalle origini dell’azienda, ha rappresentato un valore indiscusso per la nostra attività e per i nostri prodotti. In questo luogo incantato è incominciato il nostro progetto, che oggi ha raggiunto la costa meravigliosa del Mare Adriatico. La ricca Natura marchigiana è stata maestra e musa ispiratrice, per ogni aspetto dell’azienda

Infatti, il territorio in cui nasce e si sviluppa l’Azienda Agricola Michele offre straordinarie bellezze naturali e paesaggi mozzafiato. Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini è un contesto unico,  che offre acqua purissima, terreno fertile e ricca vegetazione.

Circa 70000 ettari di superficie distribuiti tra Marche e Umbria, con un ampia varietà di percorsi incontaminati, di borghi e siti di interesse naturalistico e non solo.

Tra le tante attrazioni del Parco, il Monte Sibilla, tra storia e leggenda, da sempre offre spunti interessanti non solo per gli amanti della Natura, ma anche per gli storici e gli scienziati.

La Grotta delle Fate, che la leggenda vuole essere stata la porta d’ingresso al regno sotterraneo della Regina Sibilla, e a pochi chilometri dall’azienda, tanto che se ne può scorgere una parte.

Back To Top